Viva lo sport, dicono gli uni. Lo sport è suicidio, rispondono gli altri. Molte persone praticano ogni tanto attività sportive nel tempo libero, per altri lo sport fa parte della quotidianità. Lo sport non mantiene soltanto sani e in forma, ma implica anche qualche rischio di ferimento.

I piccoli sono caduti con la bicicletta e se la sono cavata con un’escoriazione? Mentre facevate jogging vi siete distorti un piede o dopo l’inlineskating tornate a casa con una contusione?

  • Pausa: mettere a riposo la parte ferita, per evitare un aggravarsi della ferita.
  • Ghiacco: refrigerare subito, da 15 a 20 minuti, allieva il dolore e riduce il gonfiore. Attenzione: Non "ghiacciare"!
  • Compressione: la fasciatura di compressione argina la distribuzione di sangue o di liquido interstiziale nel tessuto circostante. Attenzione: Non fasciare troppo stretto!
  • Posizione Sollevata: posizionare la parte più in alto del cuore. La ferita ha bisogno di riposo e tempo per guarire. 
  • Warm up – iniziare il vostro allenamento con una piccola unità di riscaldamento. Questa incrementa l’apporto di ossigeno nella muscolatura, aumenta la temperatura corporea e il flusso ematico.
    Corsa leggera, saltellare, passo veloce!
  • Stretching – Un po’ di stretching riduce il rischio di ferite. Riscaldamento del liquido sinoviale e aumento della mobilità/dell’elasticità. Roteare lentamente le spalle 10 volte, roteare le punte dei piedi 10 volte per ogni lato, roteare la nuca 5 volte mal.
  • Adesso potete partire! Non dimenticare di non sopravvalutarsi. Bere abbastanza prima di praticare sport e in estate tenere conto della temperatura esterna, del soleggiamento e dei valori dell’ozono.
  • Cool down – terminare lentamente l’allenamento, per abbassare lentamente il polso. Concludete l’allenamento con uno stretching.
  • Equipaggiamento di protezione – Indossate per il relativo sport l’equipaggiamento di protezione necessario  (protettori, casco ecc.)?